mercoledì, maggio 21, 2014

Black&Rose - 623 notti



La partecipazione al Campionato Italiano Primavera a squadre 2014 rappresenta, per il T.S.C. Black Rose 98 Roma, il raggiungimento di uno dei principali obiettivi che ci eravamo prefissati quando, nel settembre 2012, abbiamo deciso di ricominciare da zero (ovvero dalla quinta categoria F.I.S.C.T.) e ripreso a giocare con la maglia della Rosa Nera.

Volevamo intraprendere un nuovo percorso associativo che garantisse alla componente ludico amatoriale dignità pari a quella agonistico sportiva; che desse spazio al calcio in miniatura in tutte le sue varianti regolamentari e di materiali e così ripercorrere la storia di questo splendido gioco che ha segnato la nostra esistenza; che fosse in grado di creare le condizioni ideali per essere attrattivi verso i nostri coetanei e per le nuove generazioni.
Abbiamo così investito tempo e risorse, non solo economiche, a beneficio degli associati che hanno avuto la possibilità di condividere da subito la nostra visione, di quelli che abbiamo conosciuto e si sono aggiunti strada facendo e di tutti i partner che ci hanno sostenuto.

La nostra azione associativa si è tradotta in: disponibilità di sedi di gioco accoglienti; rinnovo totale delle strutture di gioco attraverso l’acquisto di tavoli e campi da gioco EW appositamente commissionati e progettati per soddisfare le esigenze organizzative della nostra A.S.D.; partecipazione massiccia a tornei ufficiali del F.I.S.C.T. Tour, spesso con più di una formazione; organizzazione di numerosi tornei interni infrasettimanali; intensa attività promozionale all’interno di centri commerciali, esercizi commerciali, porti turistici, piazze e istituti scolastici al fianco di partner di rilievo come A.S. Roma Party, Frosinone Calcio, A.S.D. De Merode Roma e il nostro ente di promozione sportiva A.I.C.S..

Tutto ciò che abbiamo fatto è stato ampiamente documentato sul nostro sito internet, sui social network più diffusi (FB e Twitter), sul nostro blog, Instagram e il nostro canale Youtube. Per questo dobbiamo ringraziare gli associati che, volontariamente e secondo le proprie disponibilità temporali, hanno messo la propria professionalità (grafica, fotografica, informatica, ….) al servizio dell’associazione contribuendo in maniera determinante alla sua crescita organizzativa e ai suoi risultati sportivi.

Con il contributo determinante di tutti gli associati abbiamo potuto raggiungere i nostri obiettivi essendo coerenti con i regolamenti associativi, rispettosi persone e delle loro specifiche sensibilità, credibili e affidabili con tutti coloro con cui abbiamo avuto modo di interagire cui abbiamo garantito servizi professionali in cambio di contributi per la realizzazione dei nostri programmi di sviluppo.

Se non avessimo fatto tutto quanto appena ricordato, le 623 notti trascorse prima del 17 maggio 2014 non sarebbero state sufficienti al T.S.C. Black Rose 98 Roma per vedere materializzato, a San Benedetto del Tronto, il sogno denominato “KIDS IN BLACK”.

Un ringraziamento speciale va, con riferimento alla due giorni dedicata al Campionato Italiano Primavera 2014, a Gianni, Milziade e Nino per aver permesso ad Alessio, Gianluca, Tania e Valerio di vivere una esperienza associativa e sportiva, unica nel suo genere, con la maglia del T.S.C. Black Rose ’98 Roma; a Paolo Bartolomeo per aver assecondato il nostro progetto associativo, per aver accettato il ruolo di responsabile dl settore giovanile e per aver guidato i ragazzi con la giusta dedizione e passione; a Marco De Berardinis per la sua volontà di fare gruppo e disponibilità a documentare questo evento unico; a tutti i Black per il tempo prestato nelle attività promozionali e quello dedicato alla formazione dei “Kids in Black”.

Alessio, Gianluca, Tania e Valerio meritano tutti il massimo dei voti. Nel corso della loro prima esperienza agonistica hanno dato tutto quello che potevano al cospetto di avversari più esperti e spesso, più grandi di età. Tutti hanno compreso che le sconfitte sarebbero servite solo a misurare la distanza che li separa dai loro coetanei e che le partite sarebbero state successivamente analizzate per migliorare tecnicamente e tatticamente. Non hanno avuto cedimenti di nessun tipo, si sono divertiti “tantissimo”, hanno cementato la loro amicizia dentro e fuori dal campo, hanno indossato con piacere e con onore la divisa del T.S.C. Black Rose 98 Roma.

E, come se non bastasse, ci hanno regalato emozioni talmente forti che, in alcuni casi, è stato impossibile trattenere le lacrime….

Grazie KIDS, continuate così… IN BLACK.
Allez Les Black!
Victoria Concordia Crescit

Andrea Strazza

PS: Io? Io c'ero! Ed ero convinto di essere parte di un sogno. Un sogno ad occhi aperti.