mercoledì, febbraio 07, 2018

Il resoconto di WimbleRome 2018

Una nuova sede di gioco (820 mq), decisamente più spaziosa di quella dello scorso anno (190 mq)
Una nuova sede di gioco, sempre in un hotel a 4 stelle, stavolta "ben dentro" la città di Roma e a soli cinque Km dal Vaticano.
L'impiego di 24 tavoli da gioco, con spazi di manovra più ampi di quelli che avevamo nella scorsa edizione, quando i tavoli erano "solo" 18 (+33%).
Poco più di una tonnellata di strutture di gioco spostate da una parte all'altra di Roma per fare in modo che tutto ciò potesse realizzarsi. 
Il numero di squadre che hanno partecipato al torneo cresciuto da 13 a 19 (+46%). 
Il numero di giocatori che hanno partecipato al torneo a squadre cresciuto da 58 a 88 (+52%).
Il numero di giocatori che hanno partecipato al torneo individuale cresciuto da 73 a 90 (+23%).

TORNEO INDIVIDUALE

Nel torneo individuale i giocatori presenti nell'edizione 2017 che hanno confermato la loro presenza sono stati 46 (58%) ben più dei 27 che non sono tornati (34%).
Giocatori esordienti a WIMBLEROME: 44 (il 49% dei giocatori partecipanti).

Cresce, da 12 a 14 (+17%) il numero delle regioni rappresentate nel torneo individuale dai propri residenti. 
All'appello mancano, dopo due edizioni, solo Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Sicilia, Basilicata e Molise.
Alcune di queste regioni sono "accorpate" ad altre per la definizione di comitati regionali F.I.S.C.T..
Ma il segnale che riceviamo dalla Penisola, per diffusione del gioco e gradimento della sede, e decisamente molto significativo.

Tra le regioni più rappresentate il podio spetta a Lazio (da 15 a 25 giocatori, +67%), Toscana (da 21 a 12 giocatori, -43%) e Campania (da 7 a 8 giocatori, +14%).
Il balzo più grande in termini percentuali si registra dall'Abruzzo (+75%), dalla Puglia (+75%), dal Lazio (+67%) e dal Veneto (+25%).
In arretramento percentuale osserviamo la Toscana (43%), l'Emilia Romagna (-43%) e la Calabria (-100%, aveva un solo iscritto lo scorso anno...).
Prime partecipazioni per giocatori provenienti da Valle d'Aosta, Liguria e Marche.


TORNEO A SQUADRE

Nel torneo a squadre le formazioni presenti nell'edizione 2017 che hanno confermato la loro presenza sono stati 7 (54%) mentre 6 che non sono tornati (46%).
Su questo dato influisce considerevolmente quanto accaduto in estate con la "cessazione di attività" della A.C.S. Perugia e la fondazione del Perugia T.S..
Team esordienti a WIMBLEROME: 12 (il 63% delle squadre partecipanti).

Per poco non triplica, da 4 a 11 (+175%), il numero delle regioni rappresentate nel torneo a squadre. 
L'esordio di regioni quali Campania (2 team), Valle d'Aosta (1), Calabria (1), Marche (1), Abruzzo (1), Puglia (1) e Veneto (1) è un gran bel segnale.
Da leggere in combinazione con la stabilità del Lazio (5), dell'Umbria (2) e dell'Emilia Romagna (1).
Arretra la Toscana (-40%) ma, va detto, sempre 3 formazioni ha portato a Roma...


COMMENTO

WIMBLEROME 2018 ha radunato a Roma 19 squadre e 114 giocatori provenienti da ogni parte d'Italia. 
Non è cosa da poco per un torneo che ha scelto, fin dall'inizio, di essere "diverso" e, per certi versi "unico".

Giocare su panni originali subbuteo anni '70 era una scommessa e, se sembra vincente, ciò che dovuto al fatto che i giocatori e le squadre hanno deciso di "mettersi in gioco" a prescindere dal gradimento o meno della stessa.

Il panno è difficile, tecnico, e per il giocatore di SUBBUTEO somiglia tanto ad ricordo ancestrale, ben radicato nell'anima. 
Suona come giocare sull'erba a tennis. E' un po' retrò... ma quanti tennisti farebbero carte false per vincere WIMBLEDON! 

Ecco... 

WIMBLEROME è una sfida per tutti gli appassionati di SUBBUTEO. 
Un invito a partecipare per superare se stessi, per migliorarsi e, perché no... per ambire a vincere WIMBLEROME. 

Fino ad ora, chi ha vinto WIMBLEROME è diventato Campione d'Italia: Pierluigi Signoretti e A.C.S. Perugia 1973 hanno lasciato il segno.
Ci riusciranno anche Giupeppe Ogno e CCT Black & Blue Pisa? 
Lo sapremo a Giugno...


RINGRAZIAMENTI E SALUTI

Chiudo questo mio intervento (anche se il lavoro di analisi statistica proseguirà nelle prossime settimane per l'aggiornamento dell'almanacco) salutando e ringraziando tutte le squadre e tutti i giocatori che hanno deciso di investire il proprio tempo e le proprie risorse finanziarie insieme a noi. 
Sappiamo bene che è sempre più difficile ma, proprio per questo, cerchiamo di dare sempre il massimo per far sì che rientriate nelle vostre case soddisfatti e desiderosi di tornare nella prossima edizione. 
Faremo tesoro dei suggerimenti ricevuti qui sul forum, nei messaggi via WhatsApp e nelle telefonate post torneo. 
Abbiamo già preso nota di alcune piccole cose che potrebbero portare grandi benefici nella gestione del torneo.

Ringrazio tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione dell'evento. 
L'età avanza, le forze diminuiscono e la salute, purtroppo, non sempre aiuta.
Ma siamo ancora qui, con la voglia di fare, alla vigilia dei 20 anni del T.S.C. Black Rose 98 Roma.

Abbraccio e ringrazio Enrico Guidi, Enrico Perrino, Andrea Capelli, Roberto Utzeri, Lorenzo Fratalocchi, Daniele Martorelli, la mia famiglia che mi ha sopportato e persino aiutato in sala, il mago del computer Francesco Bressi e i ragazzi e gli amici che ci hanno aiutato nel trasferimento delle strutture di gioco. 

Una menzione speciale, ben oltre la commozione personale, per Laura, Lorenzo e Michele Rinner: BLACK HONORIS CAUSA. 

Siamo già programmando WIMBLEROME2019
Vogliamo crescere ancora e migliorare insieme a voi.
Andrea Strazza