venerdì, marzo 10, 2017

Considerazioni sul Subbuteo, di Michele Giudice #PlaySubbuteo @FISCT_Official

Ed eccoci giunti al count-down, solo 24 ore all'inizio della prima delle tre manifestazioni federali, i momenti più importanti della stagione basculante della FISCT.

Prima di cominciare questa emozionante due giorni, in qualità di membro della Commissione Subbuteo, ho cercato di guardare questa situazione rapportandola all'altra dimensione subbuteo presente oggi sul territorio che, con successo, da la possibilità a tanti appassionati di riscoprire questo bellissimo gioco, aggregandosi in club, ritrovi, manifestazioni, quella dell'oldsubbuteo.

Dato che a breve si disputerà credo la più importante e coinvolgente manifestazione oldsubbuteistica della stagione, cioè la rievocazione del 1°campionato italiano ad Arenzano, organizzato dagli amici della Banda Bassotti di Genova, mi sono divertito a fare un gioco allo specchio, prendendo a riferimento la partecipazione ai due distinti eventi.

Scopriamo quindi che ad Arenzano ci saranno nel tabellone individuale 96 iscritti e 24 squadre con un totale di circa 170 partecipanti (squadre da 3 giocatori), mentre in Coppa Italia FISCT contiamo 44 iscritti del sabato e 20 squadre, per un totale di 140 iscrizioni.

Ragionando poi sulla copertura territoriale, aspetto fondamentale per un movimento in fase di avvio, notiamo che i partecipanti ad Arenzano arrivano da 11 regioni diverse, quelli della Coppa Italia da 12, segno che tutta Italia praticamente partecipa a questi eventi.

Dal punto di vista associativo, le 24 squadre dell'evento old derivano da 21 club (iscritte anche squadre B) tutte dedite esclusivamente al subbuteo, mentre a Bologna saranno rappresentati 15 club (assorbendo le squadre filiali) e 10 squadre su 20 si dedicano esclusivamente all'attività basculante, mentre nelle altre 10 si pratica sia Subbuteo che CDT. Questi due numeri fanno capire come ci si possa aggregare per il solo subbuteo anche in federazione e, nel contempo, che il subbuteo è entrato a tutti gli effetti tra le attività di molte associazioni sino a ieri dedite al solo CDT.

In ultimo, scorrendo i nomi, nei due tabelloni troviamo tutti i migliori giocatori del panorama nazionale, a Bologna il fenomenale Morgan Croce, il campionissimo Stefano Cafaggi, il "Principe" Signoretti, Nico Lucchesi, Livio Cerullo alla pari delle teste di serie dell'evento ligure con nomi come Enrico Frisone, Valentino Spagnolo, Andrea Dorato, Luca Puzella.

Insomma, il gioco gode di ottima salute, le due dimensioni sono molto impegnate a svilupparsi, ritrovarsi, organizzare. Per gli amanti del panno verde questa è una bellissima notizia.

Per la dimensione FISCT nello specifico siamo molto soddisfatti, alla prima vera stagione organizzata si è già costituito un polmone di giocatori che garantiscono fattibilità e continuità del circuito, gli eventi sono molto partecipati, i COL, la Commissione e la FISCT molto concentrati sulla soddisfazione da dare all'utente, affinchè lo sforzo partecipativo sia ripagato da giornate ben costituite, organizzate, regolamentate.

E' in via di uscita il ranking aggiornato, con 275 giocatori presenti a fronte dei 12 tornei disputati sinora in stagione (6 mesi). Da domani si decolla verso il picco più alto rappresentato dal Campionato Italiano a Squadre del 18 giugno a Livorno (si preannunciano circa 48/50 squadre), nel frattempo godiamoci questa Coppa Italia, poi a ruota Campionati Italiani Individuali (13/14 maggio a Cremona) e ultima tappa del Grande Slam a Bologna il 27/5, dove sono previste numerose presenze internazionali ad impreziosire il tabellone.

Bene, non mi resta che preparare la valigia, domani di buon mattino si parte, il transatlantico livornese mette la prua verso la torre degli asinelli.

W il Subbuteo